Get a site

La Madonna di Laus!

Le apparizioni della Madonna di Laus in Francia, risalgono a tempi antecedenti le apparizioni di Lourdes ( 1858 ), parliamo del 1664, e durarono per ben 54 anni!

Se a Lourdes la protagonista fu’ una ragazzina di umili origini, di appena 14 anni, Bernadette Soubirous, a Laus la veggente e’ sempre una ragazzina di 16 anni, una povera pastorella di nome Benedetta Rencurel.

Ma mentre le apparizioni di Lourdes vennero riconosciute dalla Chiesa in breve tempo, nel 1862, quelle della Madonna di Laus sono state riconosciute dalla Chiesa, soltanto nel 2008!

Bernadette Soubirous venne proclamata Santa nel 1933 da Papa Pio XI, mentre Benedetta Rencuel e’ ancora in attesa di essere proclamata Santa!

Ma perche’ queste apparizioni della Madonna di Laus, al contrario di Lourdes, sono rimaste sconosciute al resto del Mondo, cosi’ come la vita di Benedetta Rencurel? E perche’ la Chiesa ha impiegato secoli prima di riconoscere queste apparizioni vere?

Le motivazioni possono essere molteplici, l’uomo agisce per dinamiche a volte incomprensibili, inspiegabili per l’umanita’, ma ben chiare per il disegno di Dio!

Sembra come se il Signore abbia voluto custodire gelosamente la storia di questa mistica e delle apparizioni della Madonna di Laus per secoli, come le storie mitologiche di Atlantide, di cui pero’ tutta l’umanita’ e’ attratta ed incuriosita da sempre…

Le apparizioni di Laus, mi piace immaginarle cosi’…avvolte nel mistero, un mistero Divino che l’umanita deve conoscere poco a poco per scoprirne le meraviglie nascoste!

Infatti le apparizioni della Madonna di Laus ha tante caratteristiche straordinarie da far conoscere, una fra tutte il profumo che tutto il paesino di Laus emana da quando sono iniziate queste apparizioni! Un profumo molto persistente e inspiegabile scientificamente, che dura da secoli!

Appena si arriva in questo paesino sperduto tra le montagne, si percepisce una pace soprannaturale che penetra dentro l’anima di ogni persona , come se il tempo si fermasse e ti trasportasse in una dimensione atemporale, dove non esiste la percezione del “tempo che passa”, ma si ha la sensazione di essere trasportati, come un ramo in un mare calmo, e che prima o poi approdera’ su una spiaggia deserta , in qualche parte del Mondo!

A Laus si assapora la sensazione di farsi “cullare tra le braccia della Madonna”!

Altra caratteristica peculiare di Laus e’ un olio Santo che sgorga nella cappella dedicata alla Madonna, dentro la Cattedrale, di cui si dice sia miracolosa, per le migliaia di guarigioni avvenute sino ad oggi! La Madonna, lo aveva preannunciato a Benedetta , durante una delle sue apparizioni, esortando i pellegrini ad ungersi con l’olio miracoloso con cuore contrito per i propri peccati e chidendo perdono con fervida fede, e l’olio li avrebbe guariti da ogni malattia interiore e fisica!

Ma la straordinarieta’ piu’ grande di questo posto, che attira una moltitudine di pellegrini ogni anno e’ l’obiettivo per cui la Madonna di Laus ha deciso di apparire proprio in quel luogo sperduto e al contempo magico…affinche’ diventasse il luogo di “conversione dei peccatori”! A Laus la misericordia di Cristo sgorga come una cascata incessante ed inesauribile, pronta ad immergere tutte le pecorelle smarrite e a dissetarle con la dolcezza e l’Amore che solo una Mamma come Maria sa’ dare!

In questo posto ricolmo di Spirito Santo la presenza della Madonna e di Gesu’ e’ tangibile, si tocca con l’anima e si respira col cuore…le conversioni, sono i miracoli piu’ grandi che un uomo possa mai ricevere, perche’ chi si converte si guadagna un posto in Paradiso, salvando la propria anima!

Le apparizioni della Madonna a Benedetta Rencurel, iniziarono un giorno di maggio del 1664, mentre la ragazza portava al pascolo il suo gregge, vide improvvisamente una donna con il suo bambino, queste apparizioni durarono per mesi e senza che la signora le dicesse nulla, solo piu’ avanti si presento’ col nome di Maria madre di Gesu’!

La Madonna indico’ a Benedetta una piccola cappellita abbandonata tra i monti, con la sua immagine, dove avrebbe dovuto far nascere una grande Chiesa, per accogliere tanti peccatori…e in quel luogo , le sarebbe apparsa negli anni successivi.

La vita di Benedetta e’ caratterizzata da grandi segni mistici che accompagno’ la veggente fino alla morte, avvenuta a 71 anni nel 1718.

A Benedetta non appariva soltanto la Madonna, ma a volte e’ apparso anche Gesu’ in Croce e durante la quaresima, riviveva la passione di Cristo, con sofferenze fisiche disumane, che la facevano sentire unita a Gesu’ in spirito e corpo.

Il Demonio ha vessato questa povera anima per tutta la sua esistenza, con segni molto dolorosi di percosse, che gli lasciava anche sul corpo!

Il disprezzo e l’odio che Satana aveva nei confronti di Benedetta erano inaudite , poiche’ attraverso la sua opera ha salvato per tanti secoli migliaia di anime di peccatori dall’inferno, e continua a farlo anche oggi!

Benedetta porta a termine per tutta la sua vita, la missione affidatagli dalla Madonna , e cioe’ quella di salvare le anime e di preparare i peccatori a ricevere il sacramento della Penitenza.

Ogni giorno incoraggiava i sacerdoti addetti al santuario a ricevere i pellegrini con dolcezza, pazienza ,carità, e infinita misericordia, dimostrando un attenzione particolare per i più grandi peccatori, per incitarli a pentirsi con cuore sincero dei propri peccati.

La dolcezza era l’arma segreta , che la Madonna aveva insegnato a Benedetta , per convertire i peccatori…attraverso la dolcezza di una mamma con i suoi figli , anche il piu’ agguerrito peccatore ne esce sconfitto e disarmato e con animo indifeso e stanco si affida tra le sue braccia di madre e di consolatrice…

Ecco cosa ha cercato di imitare Benedetta per tutta la sua esistenza, l’amore filiale della Madonna per suo figlio Gesu’, da imitare e adottare nei confronti di tutti i peccatori e di ogni uomo in cerca di perdono e di misericordia.

Attraverso Benedetta Rencurel noi rivediamo quell’ultimo gesto amorevole di Gesu’ in croce, prima di tirare l’ultimo sospiro, quando rivolto al suo discepolo Giovanni dice : “ Figlio ecco tua madre” e rivolto verso la madre le dice “ madre ecco tuo figlio”!

Per questo gesto profondo di affidamento alla Madonna , Benedetta ha vissuto la sua vita in silenzio, donandosi completamente all’altro e arrivando sino ai nostri giorni, con la delicatezza di un petalo di rosa che cade, senza destare clamore, senza fare alcun rumore, perche’ l’amore e’ muto e non emette suoni , e’ una voce sommessa… che parla nel silenzio dell’anima!

Published by Maximo De Marco

International Art Director Member tho UNESCO, Art Director GMG and Friends di Papa Francesco, SCrittore & Regista convertito.